SardegnaImpresa: LavoRas - Avviso a "sportello" concessione incentivi occupazionali per le imprese che effettuano assunzioni a tempo indeterminato e determinato.

Versione stampabileVersione stampabilePDF versionPDF version

Con tale bando l’Assessorato intende favorire la ripresa del lavoro attraverso l’erogazione di incentivi alle imprese finalizzati all’assunzione. Gli incentivi consistono nella concessione di un contributo, in regime di aiuto, finalizzato alla riduzione dei costi di esercizio, con particolare riferimento al costo del lavoro. 

Spese ammissibili
Spese gestione (SG)
Macrosettore
Agricoltura, Industria, Servizi, Turismo
Data di scadenza dell'agevolazione
 (a sportello)
Soggetti ammissibili

Possono accedere all’Aiuto le Imprese private che:

  • hanno un’unità produttiva/e o sede operativa nel territorio della Regione;
  • sono in possesso dei requisiti specifici relativi al regime di aiuto prescelto, ovvero ad entrambi i regimi di aiuto;
  • sono in regola con le normative vigenti in materia di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori;
  • osservano ed applicano integralmente il trattamento economico e normativo previsto dai Contratti Collettivi Nazionali del Lavoro e rispettare tutti gli adempimenti assicurativi, previdenziali e fiscali derivanti dalle leggi in vigore, nella piena osservanza dei termini e modalità previsti dalle leggi medesime;
  • sono in regola con il versamento degli obblighi contributivi ed assicurativi di legge; 
  • sono in regola con le assunzioni obbligatorie dei lavoratori disabili ai sensi della legge n. 68/99; 
  • non hanno in corso e/o non hanno effettuato nei 12 (dodici) mesi antecedenti la data di presentazione della Domanda, licenziamenti di lavoratori con contratto a tempo indeterminato, per ragioni diverse dalla giusta causa o dal giustificato motivo soggettivo; 
  • non hanno avuto in essere, contratti a tempo indeterminato con i lavoratori indicati come destinatari nei 6 (sei) mesi precedenti alla presentazione della Domanda; 
  • non sono destinatarie di un ordine di recupero pendente a seguito di una precedente decisione della Commissione che dichiara un aiuto illegale e incompatibile con il mercato comune, ivi compresi i casi previsti dal D.P.C.M. 23 maggio 2007 (solo per le imprese che optano per il Reg.651/2014); 
  • non hanno presentato domanda ovvero presentano/presenteranno istanza di rinuncia al contributo già concesso con altri avvisi pubblici che prevedono incentivi di natura economica per gli stessi lavoratori (Avviso PIU TURISMO PIU LAVORO 2018, Master & Back – Percorsi di rientro, etc.); 

A pena di inammissibilità, sono Destinatari degli interventi previsti: 

  • giovani under 35 anni; 
  • disoccupati over 35;
  • disoccupati over 55. 

Inoltre, i Destinatari devono:

a. essere residenti nella Regione Sardegna o emigrati di cui all’art. 2 della L.R. n. 7/1991;

b. se cittadini non comunitari: essere residenti in Sardegna e in possesso di regolare permesso di soggiorno;

c. nel caso l’Impresa opti per il regime di aiuto di cui al Reg. 651/2014 i destinatari dovranno essere svantaggiati, molto svantaggiati e disabili, come definiti all’art. 2 del Regolamento (UE) n.651/2014.

Progetti finanziabili

Le tipologie di Aiuto previste sono rivolte alle Imprese private, con almeno una sede operativa nel territorio regionale, che assumono:

  • giovani under 35 anni con contratto a tempo indeterminato ovvero a tempo determinato della durata pari o superiore ai 12 mesi;
  • disoccupati over 35 con contratto a tempo indeterminato ovvero a tempo determinato della durata pari o superiore ai 12 mesi;
  • o attivano forme contrattuali di tipo “intermittente”a disoccupati over 55.
Agevolazione concessa

L’incentivo concesso sarà riconosciuto come di seguito specificato:

  1. per le assunzioni a tempo indeterminato di giovani under 35 o di disoccupati over 35, effettuate dal 01.05.2018 al 31.12.2018, l’incentivo è pari a 4.000 euro per ogni assunto, rimodulabile proporzionalmente in caso di contratto part time;
  2. per le assunzioni a tempo determinato di giovani under 35 o di disoccupati over 35, effettuate effettuate dal 01.05.2018 al 31.12.2018, della durata pari o superiore ai 12 mesi, l’incentivo è pari a 3.000 euro per ogni lavoratore assunto, rimodulabile proporzionalmente in caso di contratto part time;
  3. per l’attivazione di contratti a intermittenza di disoccupati over 55 è previsto un incentivo occupazionale e un’indennità di disponibilità. Le due misure dovranno essere attivate contemporaneamente e prevedono:
  • incentivo occupazionale: prevede l’erogazione di un totale massimo di 4.500,00 euro a lavoratore (di cui 3.000 euro di incentivo occupazionale e 1.500 euro di indennità di disponibilità). L’incentivo va a coprire il Costo lordo giornaliero nella misura massima del 50% per un anno, coprendo un massimo di 60/80 giornate. Tale incentivo verrà riconosciuto a condizione che si stipulino dei contratti di lavoro della durata minima di 12 mesi e che le giornate di lavoro siano di almeno 4 ore continuative;
  • indennità di disponibilità: copre la percentuale massima del 50% del costo annuo della indennità di disponibilità per un totale massimo di 1.500,00 euro a lavoratore.

Nel caso degli incentivi di cui ai punti a) e b) sono riconosciuti esclusivamente per quelle assunzioni che determinino un incremento netto dell’occupazione, rispetto alla media dei lavoratori occupati nell’anno precedente l’assunzione stessa e mantengano detto requisito per tutta la durata del contratto stipulato.

Nel caso in cui l’impresa trasformi il contratto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato, anche se prima dello scadere dei dodici mesi di durata minima del contratto a tempo determinato incentivato, le verrà riconosciuto l’incentivo occupazionale nella misura di 4.000 euro decurtata dall’eventuale quota di finanziamento, a tempo determinato, già assegnato di cui al punto b).

Per beneficiare del contributo, l’assunzione deve corrispondere ad attività lavorative effettivamente svolte nel territorio della Regione Sardegna.

Gli incentivi devono, rispettare la normativa comunitaria vigente in materia di Aiuti e possono essere richiesti, a scelta dei datori di lavoro, ai sensi:

- del Regolamento (UE) n.1407/2013 della Commissione Europea del 18 dicembre 2013, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti “de minimis”;

- del Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014, che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato.

Termini

Per ottenere l’incentivo, le assunzioni devono essere effettuate dal 01.05.2018 al 31.12.2018

Spese ammissibili

Sono ammesse esclusivamente le spese relative all’assunzione di nuovo personale qualificato.

Procedura

La procedura sarà interamente gestita attraverso il Sistema Informativo del Lavoro (SIL) sull’apposito portale.

Criteri di valutazione

La Regione procederà alla concessione dei contributi mediante una procedura “a sportello”.

L’Amministrazione istruirà le domande di finanziamento secondo l’ordine cronologico di invio telematico delle stesse, che costituisce un elemento di priorità nell’assegnazione dei finanziamenti, e fino alla concorrenza delle risorse disponibili.

L’assegnazione dei contributi avverrà sino ad esaurimento delle risorse disponibili previa verifica della sussistenza di tutti i requisiti di cui all’Avviso.

Dotazione finanziaria
La dotazione finanziaria totale destinata alle misure su descritte è pari ad € 22.100.000, ripartita nel seguente modo:
Avviso target giovani under 35 - € 8.500.000,00
Avviso target disoccupati over 35 e over 55 - € 13.600.000
Data di scadenza: 
Martedì, 1 Gennaio, 2019