Comune di Olbia: Programma innovativo Nazionale per la Qualità dell'Abitare - Avviso di consultazione pubblica sulla proposta progettuale del Comune di Olbia.

Versione stampabileVersione stampabilePDF versionPDF version

Premesso che: il Comune di Olbia, con Deliberazione di Giunta Comunale n° 328 del 26/11/2020, ha stabilito, in collaborazione con il Dipartimento di Architettura Design e Urbanistica (DADU) dell'Università degli studi di Sassari, di partecipare al Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare come previsto dal comma 437 dell’articolo 1 della richiamata legge del 27 dicembre 2019, n. 160 che prevede “Al fine di concorrere alla riduzione del disagio abitativo con particolare riferimento alle periferie e di favorire lo scambio tra le varie realtà regionali, è promosso il Programma innovativo nazionale per la qualità dell'abitare, di seguito denominato «Programma».

Il Programma è finalizzato a riqualificare e incrementare il patrimonio destinato all'edilizia residenziale sociale, a rigenerare il tessuto socio-economico, a incrementare l'accessibilità, la sicurezza dei luoghi e la rifunzionalizzazione di spazi e immobili pubblici, nonché a migliorare la coesione sociale e la qualità della vita dei cittadini, in un'ottica di sostenibilità e densificazione, senza consumo di nuovo suolo e secondo i principi e gli indirizzi adottati dall'Unione europea, secondo il modello urbano della città intelligente, inclusiva e sostenibile (Smart City)”.

L’Amministrazione comunale ha individuato a tal fine un preciso ambito di intervento compreso tra il Quartiere San Simplicio e il quartiere San Gregorio, meglio individuato nella allegata planimetria (allegato A).

In attuazione dell’accordo sopra richiamato e in relazione al sopra menzionato ambito di intervento si intende elaborare una proposta progettuale per la partecipazione del Comune di Olbia al Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare.

L’Amministrazione comunale, in attuazione del principio di sussidiarietà (art. 118 Costl), promuove la collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura, la gestione condivisa e la rigenerazione dei beni comuni urbani (vedi allegato Regolamento comunale sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura, la gestione condivisa e la rigenerazione dei beni comuni urbani.) e "favorisce la più ampia partecipazione da parte di soggetti pubblici e privati, nonché delle comunità attive, con particolare riferimento a quelle operanti sul territorio” (art.3, comma 6 del D.L. 16 settembre 2020) é indetta una consultazione pubblica per la raccolta di idee, osservazioni e contributi partecipativi sullo schema di proposta del Comune di Olbia al Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare.

L’iniziativa è rivolta a tutti i soggetti, pubblici e privati, interessati ad intervenire e contribuire alla proposta di rigenerazione urbana e al miglioramento della qualità dell’abitare del Comune di Olbia. Per partecipare è necessario prendere visione dei seguenti documenti:

  • Allegato A ambito d’intervento
  • Allegato B Regolamento comunale sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura, la gestione condivisa e la rigenerazione dei beni comuni urbani

CONTATTI INFORMAZIONI E CHIARIMENTI

Per eventuali informazioni tecniche ci si potrà rivolgere al Settore Pianificazione e Gestione Territorio Comune di Olbia via Garibaldi 49 – mail amarongiu@comune.olbia.ot.it cell: 3341439031;

I contributi partecipativi potranno essere trasmessi via mail all’indirizzo amarongiu@comune.olbia.ot.it o con pec all’indirizzo Pec: comune.olbia@actaliscertymail.it

INFORMATIVA SULLA PRIVACY

Il trattamento dei dati dei Soggetti partecipanti verrà effettuato nel rispetto di quanto previsto dal regolamento 2016/679 (GDPR) e succ. mod e int. I dati saranno trattati esclusivamente per finalità connesse allo svolgimento della procedura ed il loro trattamento garantirà i diritti e la riservatezza dei soggetti interessati.

Titolare del trattamento è il geom. Antonio MARONGIU, Responsabile del trattamento è la Dr.ssa Marianna Melis.