Sala conferenze. Museo Archeologico Olbia
Venerdì 4 alle ore 18.00
Conferenza Il tempio e la necropoli di San Simplicio
La città di Olbia inaugura la manifestazione Monumenti Aperti con una conferenza sullo scavo del tempio-necropoli di San Simplicio a cura del dott. Rubens D’Oriano, funzionario della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Sassari e Nuoro – sede operativa di Olbia.

Biblioteca Civica Simpliciana
Sabato 5 alle ore 10.00
Conferenza “La Cultura musicale attraverso le immagini”
A cura dell’A.C. Larathanos. Referente scienti- co del progetto prof. G.B. Faedda
Il leitmotiv della conferenza sarà caratterizza- to dalla descrizione dell’iconogra a musicale, recente acquisizione nel campo degli studi musicologici. Il tema verrà introdotto dal prof. Giovanni Battista Faedda. A seguire il maestro Maria Antonietta Di Nardo, pianista e diret- tore artistico della Musiklab Academy di San Teodoro.

Refettorio dell’Arte – vicolo della Refezione
Sabato 5 alle ore 11.30-13.00 e ore 16.00-20.00.
Esposizione “La Cultura musicale attraverso le immagini”
A cura dell’A.C. Larathanos.
Referente scientifico del progetto prof. G.B. Faedda
In esposizione opere a contenuto iconografico-musicale di varie epoche, dal secolo III al XIX, che riguarderanno autori e contesti cultural-musicali. Il contesto europeo, sardo e olbiese verrà curato da Giovanni Battista Faedda mentre la par- te relativa alla storia musicale per immagini dal Venezuela, con cui è in essere un gemellaggio, verrà curato dalla prof.ssa Maria Carolina Rodriguez Tabata dell’Università di Caracas.

Hotel La Locanda del Conte Mameli (via delle Terme)
Sabato 5 dalle ore 12.00
Cisterna monumentale
In occasione di Monumenti Aperti, La Locanda del Conte Mameli offre ai visitatori la possibilità di visionare una cisterna monumentale adoperata in età romana. È possibile accedere solo dalle ore 12.00.

Società dello Stucco (via Cavour 23)
Sabato 5 alle ore 15.00-20.00 e Domenica 6 10.00-13.00 e 15.00-19.00 
Mostra fotografica “Ad Olbia si sa: dove scavi scavi…”
Tutela di una città pluristratificata. L’Associazione Argonauti, con esperienza decennale nella produzione di eventi legati al cinema e alla fotografia, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica – sede operativa di Olbia allestisce una mostra fotografica. L’allestimento è curato dai ragazzi del corso di fotografia tenuto dal fotografo Antonio Satta.

Museo Archeologico di Olbia
Sabato 5 alle 15.00
Laboratorio per i più piccoli: La cultura del riciclo
L’ASD Culturale Sas Janas propone un laboratorio gratuito sulla cultura del riciclo. La lezione frontale sarà accompagnata da attività didattiche come “il cassonetto virtuale” e “l’ecomostro”. Prima del laboratorio un gruppo folk di 50 bambini della scuola primaria di via Vicenza si esibiranno, a titolo privato, in costume sardo rivisitato.

Piazza Regina Margherita
Sabato 5 dalle ore 17.00 alle 17.30
Esibizione Body percussion.
“Il nostro corpo come strumento musicale”. Il gruppo Bucalot’s groove nasce da un progetto didattico sulla Body percussion, realizzato pres- so la scuola media inferiore E. Pais e ideato dal prof. Roberto Scanu. Un’esibizione avvincente e carica di energia in cui il corpo si trasforma in uno strumento musicale nell’idea di un ritorno alla primitività del gesto.

Museo Archeologico
Sabato 5 alle ore 18.00
Spettacolo Musicale a cura dell’Archivio Mario Cervo
In collaborazione con Archivio Mario Cervo, Claudia Crabuzza e Caterinangela Fadda (chitarra classica) presentano un omaggio alla Canción Americana: da Violeta Parra alle canzoni di ‘Com un soldat’, disco in algherese con cui la Crabuzza ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti (Targa Tenco e Premio Mario Cervo).

Golfo interno di Olbia – Faro Isola Bocca
Domenica 6 dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00
Il faro – un monumento sull’Isola Bocca
In occasione di Monumenti Aperti l’Associazione Culturale Insula Felix propone un’escursione con il battello Aquabus dalla capienza di 10 persone. Il tour, della durata di 20 minuti, parte ogni 30 minuti da Lido del Sole, accanto all’ex Hotel Caprile e raggiunge l’Isola Bocca e il suo faro.
Info e costi: Associazione Culturale Insula Felix
cell. 3881677058
e mail: insulafelixolbia@gmail.com [60]

Acquedotto Romano e Nuraghe Riu Mulinu/Cabu Abbas
Domenica 6 dalle ore 10.00 alle ore 13.00
Escursione archeologica a cura dell’A.S.D. Nonsolotrekking
Ritrovo in via Mincio presso il parcheggio dell’Acquedotto Romano. Visita del sito e prosecuzione in auto fino a via S’Iscoglia. Parcheggio auto e inizio escursione a piedi per raggiungere il nuraghe di Riu Mulinu (quota 370 metri s.l.m). Lunghezza tracciato a/r: 3 Km e 200 metri. Visita guidata a cura del dott. Giacomo Calvia.

Mura Puniche (via Torino)
Domenica 6 dalle ore 10.30 alle ore 19.00
Rievocazione storica di Olbia in età punica
In occasione di Monumenti Aperti 2018 l’Associazione Sardinia Romana propone per Olbia un’assoluta novità. Nel sito delle mura puniche sarà proposta la ricostruzione e rievocazione storica di uno spaccato della vita della città in età cartaginese: rituale funerario punico, coniatura di una moneta punica, alimentazione e abbigliamento, armi e armature.

Centro città
Domenica 6 alle ore 11.00
Vespa Club Olbia
In occasione di Monumenti Aperti l’Associazione Vespa Club Olbia organizza un ArcheoGiro tra i monumenti storico-archeologici della città.

Hotel La Locanda del Conte Mameli (via delle Terme)
Domenica 6 dalle ore 12.00
Cisterna monumentale
In occasione di Monumenti Aperti, La Locanda del Conte Mameli offre ai visitatori la possibili- tà di visionare una cisterna monumentale adoperata in età romana. È possibile accedere solo dalle ore 12.00.

Parco Fausto Noce, Acquedotto Romano, Mura Puniche, San Paolo, San Simplicio.
Domenica 6 alle ore 16.30
Archeo Bike Tour
In occasione di Monumenti Aperti l’Associazione Culturale Olbia Experience, in collaborazione con Andrea Mignogna, propone un bike tour tra le bellezze storico-archeologiche della città con lo scopo di promuovere la mobilità sostenibile e coinvolgere i partecipanti in un’esperienza culturale dinamica. Partenza alle 16.30 dal Parco Fausto Noce.

Refettorio dell’Arte (vicolo della Refezione)
Domenica 6 alle ore 10.00-13.00 e alle ore 16.00-20.00
Esposizione “La Cultura musicale attraverso le immagini”
A cura dell’A.C. Larathanos. Referente scientifico del progetto prof. G.B. Faedda
In esposizione opere a contenuto iconografico-musicale di varie epoche, dal secolo III al XIX, che riguarderanno autori e contesti cultural-musicali. Il contesto europeo, sardo e olbiese verrà curato da Giovanni Battista Faedda mentre la parte relativa alla storia musicale per immagini dal Venezuela, con cui è in esse- re un gemellaggio, verrà curato dalla prof.ssa Maria Carolina Rodriguez Tabata dell’Università di Caracas.

Sala conferenze. Museo Archeologico Olbia
Domenica 6 alle ore 19.00
Proiezione video Terranoa. Cartoline dal passato.
Chiusura evento Monumenti Aperti Olbia 2018, con una raccolta delle immagini più rappresentative del passato della città. Il video, interamente curato da Dionigi Pala, documenta in 30 minuti la trasformazione di Olbia a partire dal 1884 no agli anni Sessanta.